Esecuzione Live del brano Heal the World, canzone di Michael Jackson estratta come settimo singolo dall’album Dangerous del 1991. Il video musicale della canzone è caratterizzato da bambini che vivono in paesi del terzo mondo. È uno dei pochi video in cui il cantante non appare, gli altri sono quelli di Cry, HIStory e Man in the Mirror (negli ultimi due, Jackson appare solo in filmati d’archivio). Nel video si può intravedere un giovane 50 Cent, ai tempi diciassettenne. Jackson ha eseguito la canzone al Super Bowl XXVII halftime show davanti a 35.000 persone, facendo l’audience di ascolti più alta di sempre nella storia delle televisioni americane.

Nel 2001, durante una chat via internet con i fans, Michael affermò che Heal the World è la canzone di cui è più orgoglioso. A maggior ragione, il cantante nel 1992 fondò, dal titolo della canzone, la Heal the World Foundation, un’associazione benefica che fu progettata per migliorare la vita dei bambini. Quest’associazione ebbe anche lo scopo d’insegnare agli stessi bambini come aiutare gli altri. Il concetto di “miglioramento per tutti” divenne il tema principale di tutte le esibizioni del Dangerous World Tour. L’associazione chiuse nel 2004, poiché violava le leggi americane in termini di management ed assetto finanziario. Nel documentario Living with Michael Jackson del 2003, invece, Michael disse di aver scritto la canzone ispirandosi ad un suo albero del Neverland Ranch.

Off the wall, Tribute Band Michael Jackson 

Voce: Vincenzo Lorusso; Piano e Tastiere: Domenico Cirulli; Chitarra: Donato Monterisi; Basso: Iury Perchinunno; Batteria: Vito Balzano.

Riprese e Montaggio Video: Vincenzo Saponaro

Share